martedì 18 novembre 2014

Desktop Environment a portata di tocco


Convergenza!
Questa è la parola d'ordine in ambiente desktop e mobile.
L'uso, o a volte l'abuso, del touchscreen ha spinto designer e sviluppatori a sviluppare interfacce grafiche ibride. Da windows 8 gli utenti hanno imparato ad "apprezzare" la nuova idea di desktop ed anche gli utenti Linux, volente o nolente, hanno visto mutare i loro DE preferiti ed acquisire molti degli aspetti delle interfacce touchscreen.
Quindi abbiamo deciso di fare una prova su strada dei principali DE e valutare la loro esperienza touch.
Purtroppo installare le varie distribuzioni sui dispositivi è un processo lungo, farraginoso e non sempre quest'ultime sono ottimizzate. Tutte cose che possono fuorviare la valutazione.
Quindi, dato che a me interessa valutare solo l'esperienza touch, ho deciso di ricorrere ad un espediente: utilizzare un desktop remoto (teamviewer 9) in WLAN.
Per fare la nostra prova ci siamo serviti dei seguenti strumenti:


Come server



  • Lenovo s300 sul quale sono installati Windows 8, Ubuntu 14.04, Fedora 21 beta, Kubuntu 14.10
  • Hannspree SN12E2  sul quale sono installati Windows 7, Xubuntu 14.04
  • Asus EEEPC 1000HG con installato Lubuntu 14.04


Come client invece usato un Samsung Tab S 10.5.


Diciamo subito che, grazie alla velocità della connessione, i tempi di latenza e la qualità del desktop non hanno influenzato minimamente la prova. Anzi la modalità touchscreen di teamviewer ha permesso di avere un'esperienza tablet adeguata.
Cominciamo subito col dire che Windows 7, Lubuntu 14.04 e Xubuntu 14.04 offrono una pessima esperienza. Tuttavia questi tre prodotti non si sono mai prefissati questo obiettivo, quindi è normale aspettarsi questi risultati.


Passiamo ora ai sistemi "convergenti".

  • Windows 8 offre una discreta esperienza touch, nettamente superiore rispetto a quella desktop. È la prima volta da un anno a questa parte che riesco ad apprezzare Metro. Purtroppo una volta abbandonato il menù principale la qualità dell'esperienza crolla, si vede che il menù è stato "appiccicato" su un sistema desktop.
Voto finale 6/10

  • Ubuntu e la sua Unity 7 deludono molto alla prova del tablet. La barra laterale è molto comoda e il menù principale gradevole, ma comunque non all'altezza di Windows 8. Per il resto, come la controparte proprietaria, è un sistema desktop a tutti gli effetti. Però tra tutti è quello che offre la miglior esperienza desktop, al pari di KDE che però prevede due diverse configurazioni.
Voto finale 4/10

  • Kubuntu in "versione tablet" (kubuntu active) è molto gradevole, il menù è molto fluido e i widget sono molto utili e le possibilità di personalizzazione rendono l'esperienza molto positiva, paragonabile anzi a volte superiore a Metro. Come al solito però una volta entrati nei meandri del sistema c'è ancora molto da lavorare.
Voto finale 7/10


  • Fedora con GNOME offre un'ottima esperienza touch. Se vi piacciono iOS e Andorid GNOME è il vostro DE. Anche i programmi appartenenti all'ecosistema GNOME sono stati rivisitati e offrono una valida esperienza touch, cosa che non si vede negli altri sistemi.
Voto finale 9/10





Fonti
Immagine 1
Immagine 2
Immagine 4
Immagine 5

Articoli correlati
Linux, sistema operativo di facile usabilità, ma di difficile gestione
Come gestire gli ODF su Android
GNU/Linux verso l'infinito ed oltre!