giovedì 4 luglio 2013

Il volontariato: una possibilità di trovare lavoro

La Corporation for National & Community Service, l'ente governativo che gestisce i maggiori programmi per volontari USA, ha pubblicato uno studio, esaminando le storie di oltre 70mila disoccupati dal 2002 al 2012, secondo cui chi svolge attività di volontariato ha maggiori possibilità di trovare lavoro.
Secondo la ricerca intitolata Volunteering as a Pathway to Employment” chi fa volontariato ha il 27% in più di possibilità di trovare lavoro rispetto a chi non lo svolge. Inoltre i volontari che non hanno un titolo di studio elevato (cioè non sono in possesso di un diploma di scuola media superiore) e che vivono in aree rurali hanno, rispettivamente il 51%ed il 55% in più delle possibilità di essere assunti, indipendentemente dall'età, dal sesso, dalla razza e dall'area geografica di provenienza.

Lo studio però presenta 2 limitazioni:
  1. non è ancora in grado di stabilire una relazione causa-effetto;
  2. non distingue gli individui che si offrono volontariamente da quelli che svolgono un lavoro non retribuito, come gli stagisti, o individui che partecipano a specifici programmi sponsorizzati dal governo che richiedono servizi;

Nonostante la relazione causa-effetto non possa essere stabilita, il risultato di questo studio suggerisce un'associazione statisticamente significativa ed altamente stabile tra il volontariato e la possibilità di trovare lavoro.
Dare il proprio aiuto ed il proprio sostegno per una giusta causa può essere un modo per aiutare i disoccupati ad espandere la loro rete di contatti, migliorare il proprio curriculum e dare un'impressione positiva sul mercato del lavoro, diventato ormai sempre più competitivo.

Fonti
Immagine

Articoli correlati: